Come motivare le risorse junior in azienda e farle crescere

Nell’articolo “Come motivare i talenti che hai in azienda e non farli scappare” abbiamo visto come un leader di contesto si adopera per dare al suo team tutte le informazioni necessarie per portare a termine i compiti senza supervisione, né procedure che controllino ogni singola azione.

Ma come comportarsi con chi è alle prime armi e sta muovendo i suoi primi passi nel mondo del lavoro? 

Una caratteristica sempre più importante per un leader del futuro sarà saper distinguere quando è opportuno controllare e quando invece conviene lavorare sul contesto. La scelta per una o l’altra strategia dipende soprattutto dal livello di esperienza delle persone presenti nel team.

Per questo, se le risorse in azienda sono junior, la strategia basata sul controllo è quella più utile per poterle guidare e sostenere nei loro primi passi in situazioni nuove.

Infatti, se lasciare fin da subito molta autonomia ai collaboratori junior può essere da un lato un modo per renderli responsabili, dall’altro rischia di creare insicurezza, ambiguità e rivelarsi poco formativo sul lungo periodo.

La mancanza di informazioni chiare e precise può generare stress, che demotiva le giovani risorse e le porta a bloccarsi, piuttosto che a dare il meglio di sé.

No alt text provided for this image

I risultati che i tuoi collaboratori ottengono derivano dai loro comportamenti, ovvero da ciò che fanno o che non fanno. Condurre attraverso il controllo vuol dire controllare che una persona abbia fatto ciò che effettivamente doveva fare e che abbia portato a termine correttamente il suo compito. Per questo, è utile creare un sistema che vada a controllare il comportamento dei tuoi collaboratori junior.

Ad esempio, se dico al mio giovane collaboratore che dobbiamo fare dei corsi di formazione, per controllare il giorno dopo gli chiederò:

“Hai chiamato l’azienda per chiedere il preventivo su questo tipo di formazione?” Il giorno dopo ancora proseguirò in questo modo: “Mi fai avere la scaletta di quella che potrebbe essere la formazione?”.

In questo modo definisco una serie di azioni che devono essere fatte e mi assicuro che vengano compiute.

Mentre guidi con il controllo le tue risorse junior, permetti loro di guadagnarsi la tua fiducia e di costruire un passo dopo l’altro la loro autonomia: questo ti permetterà di passare gradualmente a una strategia di leadership di contesto.

Dopo i primi tempi, prova quindi a lavorare per ridurre gradualmente il controllo e accrescere il senso di responsabilità dei tuoi collaboratori, per far sì che il contesto che crei possa far camminare le tue persone da sole.

Sicuramente guidare con il controllo è impegnativo per un leader, ma in alcuni casi e in alcuni contesti specifici è la soluzione migliore.

La cosa importante è riuscire a creare armonia
tra i tuoi stili di leadership.

 

Inizia ora il tuo percorso di crescita professionale gratuito.
Iscriviti subito alla Newsletter di Skill Factor: https://skillfactor.it/newsletter/