Lavoratori felici: cosa possono fare le aziende?

Cosa rende i lavoratori felici?

La maggior parte delle persone crede che la felicità sia una conseguenza del successo: pensano che raggiungere un obiettivo o una promozione permetterà loro di essere più felici. La verità è che una felicità basata sui risultati, anche se costanti, risulta effimera. Ciò è sempre più vero in un mondo in cui gli obiettivi che si stabiliscono cambiano alla velocità che l’innovazione dei nostri giorni impone.

La magia avviene quando si inverte l’ordine di questi termini, quando cioè la felicità diventa essenziale al raggiungimento dei propri obiettivi. Un mindset positivo è il segreto per ottenere risultati migliori e affrontare le sfide quotidiane e di progetto con più successo e diffondendo benessere nel proprio ambiente di lavoro.

Il legame tra felicità e performance è stato confermato anche dalla letteratura. Uno studio del 2015, condotto presso l’università di Warwick, ha dimostrato come i lavoratori felici sono del 12% più produttivi rispetto ai loro colleghi meno felici.

Nel 2019, De Neve e colleghi scoprono che i lavoratori, quando sono più felici, tendono a rimanere più a lungo in azienda, riducendo i costi di reclutamento.

Infine, nel 2014, una ricerca condotta dai ricercatori di Gallup ha rilevato che le aziende con un alto tasso di lavoratori felici hanno guadagnato il 22% in più rispetto ad aziende con un basso indice di felicità dei propri dipendenti.

Cosa possono fare, quindi, le aziende per rendere i propri dipendenti più felici e, di conseguenza, più performanti?

In questo articolo vediamo 3 modi che hanno le organizzazioni per rendere i propri collaboratori più felici e, quindi, più produttivi:

1) Incentivare il sostegno sociale per avere lavoratori felici

Soprattutto nei periodi di maggiore stress, avere un buon rapporto con i colleghi può aiutare i lavoratori a essere più felici; lo conferma anche uno studio di Harvard che ha dimostrato come il supporto sociale rappresenti il maggior predittore di felicità durante i periodi di stress. Questo supporto sociale può manifestarsi attraverso gesti di solidarietà, momenti di ascolto attivo e un clima di sostegno reciproco all’interno dell’ambiente lavorativo.

Inoltre, secondo la ricerca condotta da Achor et al., i lavoratori che si impegnano attivamente nel fornire sostegno ai propri colleghi hanno maggiori probabilità di essere pienamente coinvolti e motivati sul lavoro, rispetto a coloro che si isolano o si concentrano esclusivamente sulle proprie responsabilità individuali. Questi risultati sottolineano l’importanza di coltivare relazioni positive e collaborative sul posto di lavoro, non solo per la felicità personale dei dipendenti, ma anche per la produttività e il successo complessivo dell’organizzazione.

2) Riconoscere il lavoro svolto dai collaboratori

Generalmente ai collaboratori fa piacere che l’azienda e i managers gli riconoscano il lavoro svolto e l’impegno messo nel farlo. E’ importante, quindi, che le aziende si impegnino per valorizzare i propri collaboratori e mostrargli gratitudine per il lavoro svolto bene.

Come possono farlo? Ad esempio, inviando delle mail quotidiane di apprezzamento per il lavoro svolto correttamente, questo non solo mostra agli individui che il loro contributo è riconosciuto e apprezzato, ma anche che l’azienda si preoccupa del benessere dei suoi dipendenti. Oppure incentivare i manager a premiare i collaboratori per l’impegno che mettono nelle attività che svolgono, questo non solo motiva i dipendenti a dare il meglio di sé, ma anche a sentirsi valorizzati e parte integrante del successo dell’azienda.

3) Adottare una cultura aziendale che promuova la felicità

Quando i dipendenti sono felici hanno prestazioni migliori, maggiore creatività e si impegnano di più nel loro lavoro. La felicità sul posto di lavoro crea un ciclo virtuoso in cui i dipendenti si sentono motivati a dare il meglio di sé, il che porta a migliori risultati aziendali. Pertanto, è fondamentale che le aziende riconoscano l’importanza di promuovere la felicità e il benessere dei propri dipendenti. Per generare un ambiente lavorativo in cui la felicità e il benessere dei dipendenti sono prioritari, è importante creare, all’interno dell’azienda e all’interno dei team, un ambiente che favorisca l’empowerment, la collaborazione, la creatività, la sicurezza psicologica e in cui le persone si sentono valorizzate.

In Skill Factor Academy & Talent Lab abbiamo a cuore i bisogni delle aziende e dei collaboratori, ed è per questo che realizziamo progetti tailor made che permettono di raggiungere, in gruppo, i risultati desiderati.

Siamo qui per disegnare la tua prossima esperienza di vera felicità, ti resta solo da contattarci qui per darci questa possibilità